Il Gruppo
Condividi su:

STATUTO 

Approvato dall’assemblea del 13 febbraio 2008

Registrato il 12 marzo 2008 – Ag. Entrate VI 1, n. 1502 Priv.


A – COSTITUZIONE, DURATA, SEDE
Art. 1

Il 26 febbraio 1975 è stata costituita con durata illimitata e con sede in Vicenza, l'Associazione sportiva denominata "GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO – ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA”.

Nelle comunicazioni non istituzionali potrà usare la denominazione abbreviata “GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO” o in sigla “G.S.V.”.

Il distintivo adottato è di forma triangolare equilatera con vertice in basso, bordata di bianco, con figura di cavalluccio marino e dicitura "GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO" lungo i lati del triangolo, in bianco su fondo blu.

 

B - SCOPI
Art. 2

IL GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO non ha fine di lucro, è prettamente apolitico ed apartitico, ed ha per oggetto:

-        l’esercizio, la promozione e l’insegnamento delle attività subacquee sul piano sportivo dilettantistico, didattico, umanitario, culturale e ricreativo nella piena osservanza delle leggi vigenti in materia di conservazione dell'ambiente e del patrimonio archeologico, ed in conformità alle norme ed alle direttive del C.O.N.I. e delle Federazioni Sportive a cui intende affiliarsi;

-        l’organizzazione e la gestione, anche in sostituzione o in associazione di enti pubblici, di una o più strutture pubbliche o private per finalità sportive e sociali;

-        l’organizzazione di iniziative, servizi e attività culturali, sportive e ricreative, ivi compresi la redazione e distribuzione di pubblicazioni, giornali e riviste e la gestione di bar, punti di ritrovo e attività similari, finalizzate esclusivamente al raggiungimento degli obbiettivi di cui sopra.

L’Associazione potrà svolgere tutte le attività ritenute necessarie per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’organizzazione di eventi sportivi, culturali, ricreativi, di sagre, feste, manifestazioni, tornei, giochi, ivi compresa l’attività di somministrazione di alimenti e bevande ai soli associati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge. Potrà altresì svolgere attività di tipo commerciale nel rispetto della vigente normativa amministrativa e fiscale. Potrà inoltre reperire spazi ed impianti, anche tramite convenzioni con enti pubblici o privati, per lo svolgimento delle attività istituzionali.

L’Associazione assume l’obbligo di conformarsi alle norme ed alle direttive del C.O.N.I., nonché allo statuto ed ai regolamenti della Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee.              

 

C - ASSOCIATI
Art. 3

All'Associazione possono iscriversi, come associati ordinari, le persone fisiche che presentino domanda scritta al Presidente, accompagnata dal pagamento della quota stabilita.

E' facoltà del Consiglio Direttivo di non ratificare l'iscrizione, a condizione che la relativa delibera avvenga entro e non oltre mesi uno dalla data della domanda.

Si ritengono "associati ordinari" tutti coloro che abbiano versato la quota associativa dell'anno in corso, stabilita dal Consiglio Direttivo.

Sono esentati dal versamento della quota gli "associati onorari".

La qualifica di "associati onorari" viene conferita con deliberazione unanime dal Consiglio Direttivo a persone che abbiano acquisito particolari benemerenze nel campo della subacquea o verso il GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO.

Lo "status" di associato implica l'accettazione incondizionata dello Statuto e del Regolamento Generale dell'Associazione.

La qualifica di associato si perde per dimissioni, espulsione o morosità.

Non è ammessa la costituzione del vincolo associativo a tempo determinato.

La quota associativa con i relativi diritti non è trasferibile ad alcun titolo, né rivalutabile.
Art. 4

Gli associati ordinari maggiorenni hanno diritto di eleggere e di essere eletti nelle cariche associative trascorso un anno dalla iscrizione.

Il domicilio degli associati è quello che risulta dai libri sociali.

 

D - PROVENTI E PATRIMONIO
Art. 5

I proventi del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO sono costituiti dalle quote associative, dai corrispettivi versati dagli associati per i servizi istituzionali, da eventuali entrate di carattere commerciale, dai contributi e liberalità di enti pubblici e di privati, dai redditi di gestione. Tali proventi non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, neppure in forme indirette.

Il patrimonio é costituito dalle attività mobiliari giacenti presso la sede e dalle attrezzature didattiche e ricreative acquisite e regolarmente inventariate.

L'uso delle attrezzature é destinato al conseguimento degli scopi per cui esse vennero acquisite a qualunque titolo, e non potrà esserne variata la destinazione se non per precisa decisione del Consiglio Direttivo.

Eventuali avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale non possono essere distribuiti in forma diretta od indiretta tra gli associati, ma devono essere utilizzati per il raggiungimento dei fini sportivi istituzionali.

 

E - ORGANI E CARICHE
Art. 6

Gli organi del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO sono:

-        l'Assemblea Generale degli associati effettivi

-        il Consiglio Direttivo

-        il Collegio dei Probiviri

-        il Collegio dei Revisori dei Conti

Le cariche del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO sono:

-        il Presidente

-        il Vice-Presidente

-        il Segretario

-        il Tesoriere

-        il Magazziniere

-        il Bibliotecario

 

F -  ELEZIONI
Art. 7

Le elezioni degli Organi vanno effettuate secondo le seguenti modalità:

a)     l'annuncio delle elezioni va dato agli associati con lettera almeno 15 giorni prima del giorno fissato per le stesse,

b)     é consentita la formazione di liste di candidati puramente indicative. Tali liste vanno esposte all'Albo della sede in visione e consultazione almeno 21 giorni prima delle elezioni. I nominativi dei candidati contenuti nelle liste validamente presentate verranno inclusi in un'unica lista alfabetica trasmessa agli associati a partire dal 15° giorno precedente a quello delle elezioni ed affissa in sede, dove rimarrà esposta per tutto il tempo di durata delle stesse,

c)     le operazioni elettorali sono vigilate da apposita Commissione, composta da 5 membri nominati per acclamazione dell'Assemblea Generale degli associati effettivi, che procede pure allo scrutinio delle schede. La Commissione elettorale nomina nel suo seno un Presidente ed un Segretario; di essi non possono far parte i candidati iscritti in lista,

d)     durante le operazioni di voto è vietata qualsiasi forma di propaganda nella sede dell'Associazione.
Art. 8

Gli associati, nelle votazioni. tenute per la nomina degli Organi, esprimono il loro voto a scrutinio segreto. E' ammesso il voto per delega, che dovrà pervenire alla Commissione elettorale solo in busta sigillata. Non sono ammesse deleghe in bianco: nella delega deve essere scritto il nome dell’associato delegante e il nome dell’associato delegato. Ogni associato non può portare più di una delega. E' consentito il sistema di votazione per corrispondenza. In tal caso le schede, chiuse in busta sigillata e recante all'esterno il nome e la firma del votante, dovranno pervenire alla sede entro il giorno stabilito per le votazioni.

Le urne resteranno aperte per il periodo di tempo stabilito, di volta in volta, dal Consiglio Direttivo.
Art. 9

I verbali delle elezioni degli Organi devono essere controfirmati dai Componenti della Commissione Elettorale e riposti in archivio per la conservazione per la durata di sei anni. Il Collegio dei Probiviri, riscontrata la validità delle votazioni procederà alla ratifica delle varie cariche entro otto giorni e si pronuncerà sugli eventuali reclami nei termini e nei modi di cui agli artt. 20 e 21 del presente Statuto. Fino alla ratifica delle varie cariche resteranno in carica i membri uscenti, i quali potranno svolgere solo la ordinaria amministrazione.

 

G - ASSEMBLEA
Art. 10

L’Assemblea Generale ordinaria è convocata almeno una volta all’anno, entro quattro mesi dalla chiusura dell’anno finanziario, per discutere ed approvare il bilancio consuntivo e preventivo.

Oltre a dare tutte le preminenti disposizioni di carattere generale che indirizzano la vita del Gruppo Subacqueo Vicentino, essa ha i seguenti compiti principali:

a)     nominare i membri del Consiglio Direttivo,

b)     nominare i membri del Collegio dei Probiviri,

c)     nominare i membri del Collegio dei Revisori dei Conti,

d) dare indirizzi al Consiglio Direttivo sulle attività da svolgere,

e) ratificare le eventuali proposte di modifica dello Statuto e del Regolamento Generale.

La convocazione dell'Assemblea Generale straordinaria degli associati effettivi può essere richiesta: dal Presidente, dal Consiglio Direttivo con la maggioranza semplice dei suoi componenti, da almeno due Revisori dei Conti, dagli associati effettivi col minimo di 1/4 degli aventi diritto al voto.

L'Assemblea Generale ordinaria e straordinaria è validamente costituita in prima convocazione quando vi sia rappresentata almeno la maggioranza semplice degli aventi diritto al voto ed in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti. Le decisioni sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi.

La convocazione è effettuata dal Presidente, mediante avviso, contenente l’ordine del giorno, la data, il luogo, l'ora della prima e della seconda convocazione, inviato con lettera individuale ovvero telefax o messaggio di posta elettronica ai componenti l'Assemblea almeno 15 giorni prima della data fissata. L'avviso deve altresì venire affisso per il medesimo periodo di tempo all'Albo nei locali della Sede. La seconda convocazione può essere fissata nello stesso giorno e luogo della prima, ad almeno un'ora di distanza da questa. L'Assemblea Generale nomina ad ogni convocazione nel suo seno e per acclamazione, un Presidente ed un Segretario. Al Presidente spetta il compito di dirigere il regolare svolgimento del dibattito e dei vari interventi, nel pieno rispetto dello Statuto e del Regolamento Generale. Al Segretario, spetta invece, il compito di redigere il verbale della riunione, col sunto del dibattito e dei vari interventi.

 

H – CONSIGLIO DIRETTIVO
Art. 11

Il Consiglio Direttivo é l'organo direttivo del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO: viene eletto dall'Assemblea Generale ed ha il compito di disporre l'esecuzione delle sue decisioni, di curare l'osservanza dello Statuto e del Regolamento Generale e di provvedere all'amministrazione ordinaria e straordinaria in conformità alle norme stabilite dallo stesso Regolamento Generale.

Il consiglio Direttivo è composto da nove membri:

-        dal Presidente

-        dal Vice-Presidente

-        dal Segretario

-        dal Tesoriere

-        dal Magazziniere

-        dal Bibliotecario

-        da tre Consiglieri

Il Presidente, il Vice-Presidente, il Segretario,il Tesoriere, il Magazziniere, il Bibliotecario vengono eletti dal Consiglio Direttivo, con la maggioranza dei 2/3 dei suoi componenti, entro giorni otto dalla sua costituzione.

I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire la carica di amministratore in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima federazione sportiva o disciplina associata se riconosciute dal C.O.N.I., ovvero nella medesima disciplina facente capo ad un ente di promozione sportiva.
Art. 12

Il Consiglio Direttivo, oltre alle attribuzioni del precedente art. 11 qui richiamate, ha i seguenti compiti principali:

a)     curare l'osservanza dello Statuto e del Regolamento Generale,

b)     provvedere all'Amministrazione ordinaria e straordinaria del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO, con facoltà di deliberare l'assunzione di ogni atto e negozio giuridico,

c)     predisporre il bilancio consuntivo e quello preventivo, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale entro quattro mesi dalla chiusura dell’anno finanziario,

d)     deliberare la convocazione dell'Assemblea Generale ordinaria e straordinaria,

e)     approvare i Regolamenti,

f)       approvare il calendario delle attività collaterali,

g)     determinare la quota annuale della tessera associativa, la quota relativa ai ricorsi, la quota di iscrizione ai corsi ed ai rimborsi vari e quella relativa al noleggio delle attrezzature e dei libri di proprietà dell’ Associazione,

h)     trattare ed impostare ogni questione di carattere generale relativa all'aspetto organizzativo della didattica, delle gare, dei rapporti con le altre società sportive nazionali ed estere,

i)       designare le varie cariche in seno al Consiglio Direttivo,

l)       deliberare sulle eventuali proposte di modifica dello Statuto e del Regolamento Generale, salva la ratifica della Assemblea Generale alla prima riunione.

Il Consiglio Direttivo viene convocato almeno una volta ogni due mesi e comunque ogniqualvolta il Presidente lo ritenga opportuno, oppure su richiesta della maggioranza semplice dei componenti il Consiglio stesso, presentata almeno 10 giorni prima della data fissata per la riunione.

Le sue decisioni sono valide quando sia presente la maggioranza semplice dei componenti; le deliberazioni sono pure prese a maggioranza semplice dei voti espressi. In caso di parità di voto, sarà la decisione del Presidente a prevalere. Di ogni riunione verrà steso verbale in apposito libro vidimato dal Presidente.

I consiglieri che trascurino di prendere parte alle riunioni del Consiglio Direttivo per tre volte consecutive, oppure rimangano assenti per 1/5 delle riunioni tenutesi nel corso dell'anno, con assenze ritenute ingiustificate dal Consiglio stesso, saranno dichiarati decaduti e sostituiti nella carica da coloro che, nelle ultime elezioni, li seguirono immediatamente in graduatoria. Tale decisione dovrà essere ratificata dal Collegio dei Probiviri.

 

I – DECADENZA, DIMISSIONI E SOSTITUZIONI
Art. 13

In caso di decadenza o dimissioni da una o più delle cariche, si rifaranno, in seno al Consiglio Direttivo, nuove elezioni per il conferimento degli incarichi mancanti.

Art. 14

In caso di decadenza o dimissioni di un membro del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Probiviri

o dei Revisori dei Conti, subentrerà il primo dei non eletti alle ultime elezioni dell'Assemblea Generale.

I membri dei Collegi dei Probiviri e dei Revisori dei Conti entreranno in carica dopo due mesi dal giorno delle avvenute elezioni.

 

L – CARICHE SOCIALI
Art. 15

Al Presidente è attribuita la rappresentanza legale dell’Associazione.

Egli esegue le deliberazioni del Consiglio Direttivo e può prendere decisioni di carattere d'urgenza.

Queste saranno sottoposte a ratifica del Consiglio Direttivo alla prima riunione.

Inoltre, previo parere degli istruttori, propone il direttore dei corsi ed il relativo vice-direttore, la cui nomina è soggetta all’approvazione del Consiglio Direttivo.

In assenza del Presidente, la rappresentanza legale è attribuita al Vice-Presidente, che sostituisce il Presidente in tutte e per tutte le sue funzioni.
Art. 16

Il Segretario coadiuva il Presidente, redige i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e li controfirma, coordina e dirige il funzionamento del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO, provvede inoltre all'attuazione delle disposizioni e delle direttive del Consiglio Direttivo e del Presidente.
Art.17

Il Tesoriere cura la tenuta aggiornata dei libri e documenti contabili, riscuote ed amministra i fondi ed esegue le operazioni bancarie inerenti alla gestione del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO.
Art. 18

Il Magazziniere cura la tenuta dell'inventario delle attrezzature di proprietà del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO e conserva aggiornato l'elenco delle stesse, annotandone i movimenti nell'apposito registro.
Art. 19

Il Bibliotecario cura la tenuta dei libri e delle pubblicazioni di proprietà del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO e conserva aggiornato l'elenco degli stessi, annotandone i movimenti nell'apposito registro.

 

M – COLLEGIO DEI PROVIBIRI
Art. 20

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri, eletti dall'Assemblea Generale. Esso, oltre ad avere le funzioni di carattere disciplinare stabilite dal Regolamento Generale, decide sulle controversie che dovessero sorgere fra gli associati e gli Organi o fra gli stessi Organi del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO e si pronuncia insindacabilmente ed inappellabilmente sulla interpretazione dello Statuto e del Regolamento Generale. Funziona, inoltre, da Commissione permanente per la revisione degli stessi.

Spetta al Collegio dei Probiviri ratificare la sostituzione dei membri uscenti per qualsiasi ragione dal Consiglio Direttivo, con coloro che immediatamente li seguirono nel numero dei voti riportato alle ultime elezioni. Constata inoltre la validità delle votazioni e ratifica le elezioni dei membri del Consiglio Direttivo alle varie cariche.

La carica di Proboviro è incompatibile con ogni altra carica in seno al GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO.
Art. 21

Il Collegio dei Probiviri nomina nel suo seno il Presidente. Questi convoca il Collegio, lo presiede e sottopone allo stesso le questioni relative alle materie di sua competenza. Il relativo verbale è firmato dal Presidente. Il Collegio prende le sue decisioni a maggioranza assoluta; le decisioni saranno sottoscritte da tutti i membri del Collegio giudicante. I ricorsi di competenza dovranno essere trasmessi al Collegio dei Probiviri entro 15 giorni dal loro ricevimento ed il Collegio dovrà pronunciarsi entro il termine massimo di 15 giorni.

La segreteria dovrà notificare la decisione del Collegio al ricorrente a mezzo lettera entro 8 giorni. Il ricorso al Collegio dei Probiviri dovrà essere accompagnato dal versamento alla Tesoreria di una quota, fissata annualmente dal consiglio Direttivo: tale deposito sarà restituito in caso di accoglimento del ricorso.

 

N – COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Art. 22

Il Collegio dei Revisori dei Conti é composto da tre membri eletti dall'Assemblea Generale.

Ai Revisori dei Conti, nelle sfere di propria competenza, spetta il controllo dell'amministrazione del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO; essi possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo, limitatamente a quelle inerenti a materia finanziaria, ma non hanno diritto al voto.

La carica di Revisore dei Conti é incompatibile con ogni altra carica in seno al GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO.
Art. 23

Il Collegio dei Revisori dei Conti nomina nel suo seno il Presidente. Questi convoca il Collegio, lo presiede e sottopone allo stesso le questioni relative alle materie di sua competenza. Il Collegio dei Revisori dei Conti procede a verifiche di cassa semestrali, al controllo dei documenti e delle registrazioni contabili, presenta infine la relazione annuale sui bilanci all'Assemblea Generale.

I bilanci preventivo e consuntivo dell'Associazione devono essere trasmessi ai membri del Collegio dei Revisori almeno 15 giorni prima della riunione della Assemblea Generale. Delle operazioni di revisione effettuate deve essere redatto verbale su apposito registro vidimato dal Presidente.

 

O - DURATA DELLE CARICHE
Art. 24

Il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Probiviri, il Collegio dei Revisori dei conti e tutte le cariche previste dallo Statuto hanno la durata di anni quattro.

 

P - SANZIONI DISCIPLINARI
Art. 25

Commette grave mancanza disciplinare ed è punito con l'espulsione  l’associato che contravviene a quanto disposto dall'art. 2 dello Statuto e quello il cui comportamento è giudicato dal Consiglio Direttivo lesivo nei confronti della Associazione.

Agli associati possono essere applicate le seguenti sanzioni disciplinari:

-        la censura,

-        l'invito a dimettersi dalle cariche eventualmente ricoperte,

-        l'espulsione.

Gli associati che sono sottoposti a procedimenti disciplinari  hanno il diritto di conoscere per iscritto gli addebiti loro ascritti e di disporre di un termine perentorio di giorni 15 per giustificarsi. Le norme per l'applicazione delle sanzioni disciplinari sono stabilite dal Regolamento Generale.



Q – ANNO FINANZIARIO
Art. 26

L'anno finanziario del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO decorre dal primo Ottobre e scade al 30 Settembre successivo, in coincidenza con l'apertura dei corsi didattici.

 

R - SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE
Art.  27

In caso di scioglimento deliberato dalla Assemblea Generale, questa nomina tre commissari incaricati della liquidazione dei beni del GRUPPO SUBACQUEO VICENTINO.

Il ricavato sarà devoluto a fini sportivi ad enti, associazioni o società sportive dilettantistiche designati dall'Assemblea Generale stessa al momento della deliberazione di scioglimento.

 

S - NORME DI ATTUAZIONE
Art.  28

Le modalità di applicazione delle norme contenute nel presente Statuto sono definite in apposito Regolamento Generale, approvato dal Consiglio Direttivo.